Storia del Bowling

Bowling Sportivo

ABC

WIBC

FIQ

Samarance è stato presidente del C.I.O. per 21 anni, in occasione di un torneo internazionale a Ginevra nel 1979, consegnò i premi ai vincitori che erano i Tavella, una squadra di Torino.

La nascita del bowling sportivo avvenne solo per la volontà europea, gli americani continuarono a consideralo solo sotto l’aspetto sociale e di gioco.

 

Sotto la spinta e il sogno del finlandese Kauko Alstrom nel 1926 e con la presenza dei rappresentanti di Finlandia, Olanda,Germania,Svezia, fù fondata ad Amburgo, Germania, la prima organizzazione mondiale di bowling, fù chiamata IBA ( International Bowling Federation) con sede in Amburgo, Germania.

Durante la 2° guerra mondiale la sede di Ambugo fu distrutta dai bombardamenti e si persero tutte le documentazioni. Successivamente nel marzo 1952 a Monaco di Baviera su suggerimento del francese Rene’ Weiss cambio nome in F.I.Q (FEDERAZION INTERNAZIONALE DES QUILLEURS) e su richiesta dell’ Austria non bisognava fare riferimenti a una nazione ( organizzazione non governativa) ma assegnare le responsabilità esclusivamente al presidente. Il primo presidente fù George Saraeete della Svezia.

In questa occasione gli americani si interessarono a distanza e senza impegno, ma il presidente della F.I.Q, con l’aiuto

 

di Juan Antonio Samarance convinse il Presidente della ABC Hart Matzelle che senza una organizzazione mondiale non si poteva arrivare alle Olimpiadi e dare al bowling lo status mondiale di sport.

Gli USA, con il nuovo presidente Frank Baker, mandarono una delegazione alla convenzione F.I.Q. in Messico nel 1977. Lo stesso Baker divenne presidente dalla FIQ dal 1977 al 1983 e portò la sede in America.

Egmont Kahnt

J. A. Samaranch

George Saraeete

Roger H Tessman

Kauko Alstrom

All’inizio la lingua ufficiale era il tedesco poi fù aggiunto anche il francese e l’ inglese.

Il primo presidente fù Mr. Kauko Alstrom della Finlandia.

Fino al 2005 la sede della F.I.Q. era negli Stati Uniti è nella città di Colorato Spring in un palazzo del C.I.O, in comune con le sedi rappresentative di tutti gli altri sport riconosciuti che partecipano alle Olimpiadi.

 

Il compito principale della F.I.Q. era quello di rappresentanza verso il C.I.O.(in USA I.O.C.) l'interesse sportivo per la partecipazione alle Olimpiadi dei giochi di bowling a 10 e a 9 birilli e stabilire le regole e le competizione fra nazioni e popoli diversi.

La partecipazione del bowling come gioco dimostrativo alle Olimpiadi ਠavvenuta a Berlino nel 1936, e a Seul nel 1988. Hank Marino di origine italiano e (Dammy) Ned Day vinsero a Berlino nel 1936 le specialità  a squadra e doppio. Andrea (Andy) Varipapa vince nel 1947 e 1948 il titolo All Stars.

 

IL 27 Gennaio 1954, visto il prevalere negli Stati Uniti del bowling a 10 birilli mentre in Europa prevaleva il gioco a 9 birilli i rappresentanti di Austria, Belgium, Finlandia,Francia,West Germany, Yugoslavia, Sweden, Switzerland, e Lussemburgo si riunirono ad Hamburg in Germania decidendo di fondare la Federazione Europea per il gioco del bowling con diverse specialità; bowling a 01 birilli, bowling a 9 birilli, bowling asfalto (successivamente chiamato Classic) e bowling Bohle e Schere.

Le nazioni aderenti alla F.Q.I. crebbero da 5 membri del 1952 a 141 nel 2016, incremento dovuto anche all’ingresso dei paesi dell'est e dei paesi asiatici.

 

In una riunione del C.I.O. (Comitè International Olympic, tenutesi a Budapest l’8 Giugno 1979, il bowling viene riconosciuto disciplina sportiva mondiale, mettendo fine a una lungaggine burocratica durata 9 anni.

Questo riconoscimento diede un altro slancio al movimento agonistico italiano e mondiale.

 

Nel 1970 in Giappone venne promulgata una legge che prevedeva la costruzione di nuovi immobili a condizione che il 20% dello spazio costruito fosse destinato a uso sportivo e sociale. Il bowling ha bisogno di tanto spazio così in percentuale era possibile costruire di più. Le sale bowling nuove diventano centinaia con centinaia di piste, però appena inaugurate e soddisfatta la legge molte attrezzature furono rivendute.

Moltissimo attrezzature tornarono in Europa e in America, permettendo con materiale “usato” la sostituzione di piste obsolete e in Europa dell’Est l’apertura di nuovi centri con costi più accessibili, aumentando di molto la famiglia del bowling.

Alcune piste furono vendute anche in Italia.

A questo punto lo sport del bowling è universale, si riscontra però il massiccio incremento del gioco a 10 birilli chiamato bowling americano, mentre il gioco a nove birilli rimane prevalente in Europa principalmente nei paesi di lingua tedesca e in Ungheria.

Adesso ce bisogno di una organizzazione internazionale e già nel 1987 viene eletto presidente mondiale il dott. Dato Natan già presidente della federazione della Malaysia.

Molti appassionati hanno sperato che nascessero centri sportivi costruiti e gestiti dalle federazioni, questo non è mai avvenuto in nessuna parte del mondo, sia per i costi di costruzioni che per l’impegno e difficoltà di gestione.

I governi, di Svezia e in Finlandia e altri paesi nordici, per impegnare in attività motorie i cittadini durante i lunghi inverni, hanno autorizzato le autorità comunali di mettere a disposizione del bowling alcuni locali.

Bibliografia:

Enciclopedia dello sport _ www.treccani,it_ World Bowling _ www. bowl.com_ Bowlers Journal.( www.bowlersjournal.com) _T.Kouros: (Teaching Bowling Progress)._www.bowling.it _ Bol.com/Usbchttp://etbf,ue/etbf _ Marco Impiglia enciclopedia dello sport._ Sebastiano Russo _ Damiano Trapani _ Bowling News Tenpin magazine_Historia Cino del Duca Editore, febbraio 96 _ bowlingball.com _Armend Qushku_ Bowling digital- Stefano Ferrara.

PRIVACY

In base al regolamento Europeo G.D P.R. 20 8/679 e precedenti ci obblighiamo a rispettare la volonta di tutti all’oblio. Cominicare la volonta di oblio a: russosebastiano2000@gmail.com  Questo sito non ha cookies.