Storia del Bowling

Divise e Uniformi

Quando il gioco a squadre divenne popolare ogni squadra ebbe bisogno di una divisa per potersi distinguersi dagli altri gruppi di gioco.

Fino ad allora tutti indossavano una camicia bianca con maniche lunghe e cravatta nera.

Nel 1922 le donne cominciare ad accorciare le gonne e le maniche sotto i gomiti.

Furono inventati per il bowling i camiciotti che permettevano di poter muovere il dorso e allungare le braccia senza subire impedimenti.

I componenti di una squadra generalmente abitavano nella stessa area o comunità, frequentavano gli stessi posti e si fornivano dagli stessi negozi. I negozianti ne approfittarono per farsi pubblicità, offrendo loro le divise con le scritte delle proprie attività, dando il via alle sponsorizzazioni e alla moda alle magliette con logos e scritte.

Oggi che il gioco ha una ampia componente sportiva e si gioca spesso con partecipazione individuale e professionale si indossano le polo, anche molto colorate secondo i gusti dei giocatori.

In Italia è obbligatoria la divisa con le insegne e i colori della propria associazione sportiva, depositati in segreteria Fisb.

Nel 1970 la massima Organizzazione Mondiale della Sanità vietò l’uso dei Jeans nelle gare sportive perché stringevano troppo sui genitali di uomini e donne, regola tutt’ora in vigore, ma alcune federazioni non seguono più la direttiva perchè non ci sono più jeans strettissimi.

Bibliografia:

Enciclopedia dello sport _ www.treccani,it_ World Bowling _ www. bowl.com_ Bowlers Journal.( www.bowlersjournal.com) _T.Kouros: (Teaching Bowling Progress)._www.bowling.it _ Bol.com/Usbchttp://etbf,ue/etbf _ Marco Impiglia enciclopedia dello sport._ Sebastiano Russo _ Damiano Trapani _ Bowling News Tenpin magazine_Historia Cino del Duca Editore, febbraio 96 _ bowlingball.com _Armend Qushku_ Bowling digital- Stefano Ferrara.

PRIVACY

In base al regolamento Europeo G.D P.R. 20 8/679 e precedenti ci obblighiamo a rispettare la volonta di tutti all’oblio. Cominicare la volonta di oblio a: russosebastiano2000@gmail.com  Questo sito non ha cookies.